Nella giornata di ieri Bitcoin ha raggiunto un livello di resistenza importante a un soffio dal nostro target T2 (14.000 USD). Il prezzo è stato respinto violentemente a ribasso, facendo registrare una perdita di oltre il 3% nella giornata di oggi.

Una chiusura al di sotto dei 13.000 USD (più precisamente 13.054 USD) formerà un bearish engulfing, un forte e chiaro pattern ribassista che farà invertire la tendenza di breve/medio termine. In tal caso assisteremo a un ulteriore deprezzamento della prima criptovaluta che troverà come primo supporto i 12.500 USD, per poi raggiungere la linea di supporto del canale rialzista in area 12.000 USD.

D’altra parte una pronta risposta da parte dei compratori a questi livelli, o più in basso a 12.500 USD, potrebbe far ripartire il rialzo portando i prezzi a ritestare l’importante area di resistenza pluriennale.

A livello macroeconomico la situazione è peggiorata, diverse nazioni europee stanno inasprendo le misure contro il COVID-19, mentre in Francia partirà da venerdì un nuovo lockdown.

Infine oggi abbiamo assistito a pesanti ribassi anche sui listini globali: con quelli europei che hanno perso oltre il 4%, e altrettanto quelli statunitensi che hanno appena chiuso in rosso del -3.50%.