Seleziona una pagina

Per calcolare con esattezza un dato on-chain, è necessario attendere la conferma dell’ultimo blocco che compone la blockchain in quel determinato periodo. Pertanto, è possibile che si verificano dei ritardi sull’aggiornamento delle suddette metriche.

Quanto tempo occorre per la conferma di un blocco?

In media ci si aspetta il completamento di un blocco, sulla blockchain di Bitcoin, ogni dieci minuti. Tuttavia, quest’ultimo può variare in base al carico della rete.

Nell’ultimo anno, infatti, il tempo massimo registrato per la conferma di un blocco è stato di quasi 16 minuti, con un minimo di circa 7,5 minuti.

Qual è l’impatto sulle metriche on-chain?

A causa di questi ritardi sui quali non abbiamo controllo, potremmo avere dei ritardi sulla visualizzazione dell’ultimo dato, ovvero:

  • Sul time frame giornaliero, potremmo avere dei ritardi a causa dei tempi di conferma della blockchain, più il tempo di elaborazione dei dati. Che si traduce in un gap che può raggiungere fino a 2 ore, dopo la chiusura UTC.
  • Sul time frame orario, potremmo avere anche qui dei ritardi a causa dei tempi di conferma della blockchain, più il tempo di elaborazione dei dati. Che si traduce in un gap che può raggiungere fino a 30 minuti, dopo la chiusura UTC.
  • Sui time frame a minuti, la risoluzione minima che possiamo fornire è legata al block time. Quindi, l’abbiamo denominata “Block”, la quale è settata a 10 min, ovvero il tempo medio in cui ci aspettiamo di avere un blocco completo. Tuttavia, quest’ultimo a causa della non costanza del block time, più i tempi di elaborazione, potrebbe portare a un gap di massimo 30 minuti.

*I gap cambiano in base alla velocità della blockchain. Ad esempio, su una blockchain più veloce come quella di Ethereum, ci aspettiamo dei tempi di risposta più rapidi.

Cryptototrade, 02.06.2021